EDITTO DI MILANO: CARD. SCOLA AI GIOVANI BALCANICI, "IMPARATE A PERDONARE"

Molti giovani provenienti dai Paesi balcanici, che nel passato recente sono stati in guerra tra loro, si sono riuniti ieri sera nello stadio "Ciair" di Niš, in Serbia, dove sono iniziate le solenne celebrazioni per il 1700° anniversario dell’Editto di Milano. Folta la presenza di giovani sacerdoti e seminaristi, "specchio del volto di una Chiesa viva" che "anela a dare una testimonianza di dialogo e di convivenza pacifica", come ha sottolineato l’arcivescovo di Belgrado, mons. Stanislav Hocevar. Ad accompagnare i giovani erano presenti molti vescovi della regione, così pure il cardinale McCarrick di Washington, presuli da tutta l’Europa e i superiori degli ordini religiosi presenti nella penisola balcanica. Nella sua omelia, l’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, inviato speciale del Papa per l’evento, ha legato l’immagine della croce alla storia recente dei Balcani. "La violenza e la morte hanno visitato le vostre città e villaggi, le vostre case e le vostre famiglie, ha detto ai giovani Scola, aggiungendo che "davanti a tanto dolore la Chiesa non ha altro da annunciare che la parola della croce". (segue)” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy