UE: MINISTRI AMBIENTE A VILNIUS, "EUROPEIZZARE LE POLITICHE ENERGETICHE"

"C’è un ampio consenso sulla necessità di europeizzare le politiche energetiche": lo sostiene il commissario Ue per l’energia, Günther Oettinger, sintetizzando i lavori della riunione informale dei ministri dell’energia dell’Unione, a cui hanno partecipato anche i ministri dei Paesi dell’Associazione europea di libero scambio (Efta) e dei Paesi candidati all’adesione, che si è tenuta a Vilnius. Tra i temi in agenda per i due giorni di lavori, da poco conclusisi: garanzia di forniture di energia affidabili a prezzi competitivi, migliore coordinamento delle posizioni degli Stati membri nella definizione di accordi con i fornitori di energia da Paesi terzi. "Demonopolizzare il mercato" e "rafforzare le nostre posizioni verso i partner esterni", ha affermato il ministro lituano Jaroslav Neverovic, è particolarmente importante per la "tutela dei consumatori", che in questo momento in Europa, sono penalizzati da un mercato con "prezzi troppo alti". Il commissario europeo, che ha presentato ai ministri i risultati di una consultazione pubblica su politica climatica ed energetica per il 2030, ha indicato l’"espansione delle infrastrutture energetiche" come una delle priorità dell’Ue28 per una ottimizzazione delle politiche energetiche, insieme alla "ridefinizione degli obiettivi per la riduzione di emissione di CO2 e le energie rinnovabili". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy