PAPA FRANCESCO: AI GINECOLOGI CATTOLICI, CONTRASTARE "CULTURA DELLO SCARTO" (3)

"Siate testimoni e diffusori di questa cultura della vita", l’altro invito del Papa: "Il vostro essere cattolici comporta una maggiore responsabilità: anzitutto verso voi stessi, per l’impegno di coerenza con la vocazione cristiana; e poi verso la cultura contemporanea, per contribuire a riconoscere nella vita umana la dimensione trascendente, l’impronta dell’opera creatrice di Dio, fin dal primo istante del suo concepimento. È questo un impegno di nuova evangelizzazione che richiede spesso di andare controcorrente, pagando di persona". "Voi che siete chiamati a occuparvi della vita umana nella sua fase iniziale – l’appello centrale del Papa – ricordate a tutti, con i fatti e con le parole, che questa è sempre, in tutte le sue fasi e ad ogni età, sacra ed è sempre di qualità", perché "non esiste una vita umana più sacra di un’altra, come non esiste una vita umana qualitativamente più significativa di un’altra". "La credibilità di un sistema sanitario non si misura solo per l’efficienza, ma soprattutto per l’attenzione e l’amore verso le persone, la cui vita sempre è sacra e inviolabile", ha concluso il Papa.” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy