FAMIGLIA: D’AGOSTINO (UGCI), FAMIGLIA "NATURALE" E FAMIGLIA "SINTETICA"

Accanto alla famiglia "naturale", c’è oggi la "famiglia sintetica", che "sta lacerando l’unitarietà della famiglia". A lanciare il grido d’allarme è stato Francesco D’Agostino, presidente dell’Unione giuristi cattolici italiani, presentando oggi in Sala stampa vaticana il Convegno organizzato in questi giorni a Roma (fino al 21 settembre) dal Pontificio Consiglio per la famiglia, in collaborazione con l’Ugci, e al quale partecipano circa 200 giuristi di vari Paesi del mondo. La famiglia "sintetica", ha spiegato D’Agostino, allude "a un modo di pensare la famiglia che non è più in grado di percepirne la naturalità e l’universalità, perché la percepisce unicamente come costruzione sociale". "Famiglia sintetica – ha spiegato D’Agostino – serve a mostrare come esistano e siano in continua espansione comunità familiari, che sono certamente fondate sulla volontà di una coppia di costituire una famiglia, nelle quali però la volontà non si manifesta in uno specifico atto di volizione, dotato di una sua forza costitutiva, bensì in un progetto aperto, destinato a espandersi o a contrarsi nel tempo, a creare vincoli occasionali, ancorché limpidi, o insopportabili vischiosità, suscettibile di essere potenziato e approfondito, così come di essere destrutturato, cancellato, rimosso per dar luogo a nuove e diverse sintesi". (segue)” “” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy