CHIESE IN EUROPA: CCEE, "CUSTODIA DEL CREATO, ECOLOGIA UMANA E AMBIENTALE"” “

La presenza della Chiesa nello spazio pubblico, tra laicità e laicismo; le ricadute della crisi sui popoli d’Europa e i loro effetti di lungo periodo, che interrogano le comunità credenti; il ruolo della famiglia; la tutela dei diritti, la salvaguardia dell’ambiente. Sono molteplici i fronti sui quali è impegnato in questa fase il Ccee (Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa), che terrà l’assemblea plenaria, alla presenza dei presidenti delle Conferenze episcopali del continente, dal 3 al 6 ottobre a Bratislava (Slovacchia). Negli ultimi giorni il Ccee ha fra l’altro proposto un incontro per riflettere sul tema "Custodire una terra dove abiti la giustizia", dal quale sono emerse analisi della realtà e spunti per le chiese in Europa. Il seminario di studio, svoltosi il 18 settembre a Lussemburgo, è stato promosso dalla sezione "Salvaguardia del Creato" della Commissione "Caritas in veritate" del Ccee. "Se non sapremo essere educatori di una vera ecologia umana, non saremo profeti di una responsabile ecologia ambientale", è stato detto a Lussemburgo, secondo quanto riferisce il Ccee stesso dalla sede di San Gallo (Svizzera). "Ecologia umana ed ecologia ambientale appaiono strettamente legate. La difesa dell’ambiente – dono da custodire e amministrare saggiamente – è innanzitutto difesa dell’uomo contro la sua auto-distruzione". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy