ORDINE SANTO SEPOLCRO: REVISIONE STATUTO. MAGGIORE IMPEGNO NELLE DIOCESI

Dal 10 al 12 settembre i membri del Gran Magistero e i responsabili delle 62 luogotenenze e delegazioni magistrali dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, giunti a Roma da 35 Paesi (dall’Argentina al Canada, dagli Stati Uniti a Taiwan e Guam, dalla Norvegia al Sud Africa) si sono riuniti a Roma per la Consulta – il loro "parlamento" quinquennale – in comunione spirituale con i cristiani di Terra Santa, nella dinamica di un pellegrinaggio internazionale che ha richiamato circa 3.500 cavalieri e dame in occasione dell’Anno della fede. "Abbiamo a cuore il rinnovamento dei nostri statuti che datano cinquant’anni", ha detto all’apertura dei lavori il cardinale Edwin O’Brien, gran maestro dell’Ordine, assicurando i partecipanti della sua attenta presenza. Il cardinale, si apprende dall’Ordine, ha insistito perché "l’Ordine sia esigente spiritualmente nel reclutamento e nella formazione permanente dei suoi membri, e che si apra soprattutto alle giovani generazioni, oltre che alle famiglie, con l’intento di suscitare nuove energie al servizio della Terra Santa, ed anche di invogliarle a un maggior impegno nella vita delle Chiese locali". (segue)” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy