SANT’EGIDIO: IMPAGLIAZZO, "LA PREGHIERA PUÒ SPOSTARE LE MONTAGNE"

"La preghiera può molto e può spostare le montagne. La proposta che si sta facendo strada, avanzata dal ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, è un primo segnale della forza della preghiera". Lo ha detto Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, presentando questa mattina ai giornalisti il programma dell’incontro delle religioni per la pace nello Spirito di Assisi che quest’anno si svolgerà a Roma dal 29 settembre al 1° ottobre sul tema "Il coraggio della speranza. Religioni e culture in dialogo". Nel declinare le ragioni della speranza, Impagliazzo ha fatto riferimento alla proposta del ministro russo che sembra aver aperto uno spiraglio alla pace in Siria. Secondo Impagliazzo l’incontro delle religioni per la pace "sta assumendo giorno dopo giorno un valore ulteriore per la questione siriana e la più vasta questione mediorientale". E proprio dalla Siria all’incontro di preghiera la Comunità di Sant’Egidio attende il patriarca Giovanni X Yazigi, fratello di uno dei due vescovi rapiti dal 22 aprile in Siria, Paul Yazigi, e a un panel su "La forza storica della preghiera" è prevista la partecipazione dell’arcivescovo siro-ortodosso Kawak della Chiesa dell’altro vescovo rapito Mor Gregorious Yuhanna Ibrahim. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy