SANT’EGIDIO: IMPAGLIAZZO, "LA PREGHIERA PUÒ SPOSTARE LE MONTAGNE" (2)

"A noi sembra – spiega Impagliazzo – che ci sia una mancanza di speranza in tante parti del mondo, che ci si stia abituando ai riti della guerra e della contrapposizione. Perché coraggio? Perché effettivamente oggi per sperare c’è bisogno di coraggio. Abbiamo trovato conferma a questo titolo anche per come è stata affrontata la questione siriana. E, cioè, senza il coraggio della speranza. Accettando il conflitto e la contrapposizione come un destino inevitabile di fronte a cui non si può far nulla".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy