PAPA A LAMPEDUSA: MIGRANTES, "TRE PAROLE" E "TRE IMPEGNI"” “

"Morte, indifferenza e perdono". Queste le tre parole di Papa Francesco che hanno particolarmente colpito monsignor Giancarlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes. "Morte: l’attenzione ai morti del Mediterraneo; indifferenza, la globalizzazione dell’indifferenza che chiede la globalizzazione della solidarietà. E poi perdono: la richiesta di perdono da parte di tutti noi per la morte di tanti nostri fratelli e sorelle, per il loro abbandono e per il loro sfruttamento soprattutto da parte delle nuove mafie della tratta degli esseri umani", spiega mons. Perego, aggiungendo che a queste tre parole corrispondono tre impegni: "L’impegno a non dimenticare; a vincere l’indifferenza anche nelle nostre comunità" e "una maggiore responsabilità sociale e politica dei cristiani di fronte alla tutela della dignità dei nostri fratelli e sorelle in cammino e in fuga". Mons. Perego legge nelle parole del Papa un "parallelismo" tra il discorso di Giovanni Paolo II, proprio ad Agrigento, nella Valle dei Templi, nel 1992 che riguardava soprattutto la mafia e venti anni dopo "la condanna delle nuove mafie internazionali da parte di Papa Francesco, mafie che guadagnano sulla tratta degli esseri umani".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy