UN’ANIMA PER L’ESTATE: MONS. ANGIULI, "L’UOMO MODERNO DEVE RISCOPRIRE SÉ STESSO"

Monsignor Vito Angiuli, promotore dell’iniziativa "Un’anima per l’estate" (clicca qui), parla dell’evento come un momento per recuperare il contatto con il più profondo essere: "Questa è una porta semplice della nuova evangelizzazione, proprio sulla scia di quanto insegnato da Papa Francesco, da Papa Benedetto XII prima e da Papa Giovanni Paolo ancora prima. Questa via cerca strade nuove e accessibili all’uomo di oggi. L’obiettivo è riuscire a far riflettere su sé stessi". Inoltre l’incontro con persone che danno la propria testimonianza è uno stimolo in più all’ascolto, afferma il vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca: "L’incontro con personaggi pubblici si interseca con il desiderio di vivere e sentire esperienze autentiche, di gente che ha riscoperto la propria vita nella fede e che dà testimonianza del proprio cammino". Questa è anche il simbolo della Chiesa che cambia e si avvicina sempre più all’uomo: "Ci troviamo – conclude mons. Angiuli – in una società mediatica dove la Chiesa appare per quello che i media vogliono far apparire. Perciò questi momenti comuni sono l’incontro con la Chiesa in perenne cammino. Le manifestazioni come "un’anima per l’estate" sono proposte che facciamo perché l’uomo possa riscoprire sé stesso o quantomeno possa entrare in comunicazione con il proprio io".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy