CAMPAGNA "UNO DI NOI": IN FRANCIA SUPERATA LA SOGLIA MINIMA. È L’OTTAVO PAESE ” “” “

Procedendo a piccoli passi, la campagna di raccolta firme europea per la tutela dell’embrione umano denominata "Uno Di Noi" si avvicina al traguardo delle 700mila firme. Secondo i dati diffusi dal Comitato europeo, alla sera di ieri, il totale delle firme raccolte con le due modalità, cartacea e on line, era di 686.070. La novità dell’ultima ora è l’accelerazione della Francia, che ha condotto a un traguardo simbolico molto significativo: anche oltralpe la mobilitazione dei movimenti pro-life ha permesso di superare la soglia minima fissata dalla Commissione europea per la Francia che era di 55.500 firme (ne sono state raccolte 55.547 equivalenti al 100,08%). Si tratta dell’ottavo Paese ad aver raggiunto tale traguardo. L’Italia si conferma al primo posto per numero totale di consensi (243.715, equivalenti a ben il 445,14% del proprio minimo) seguita da Polonia (126.808, cioè il 331,52%) e da Ungheria (48.989, 296,90%). Sono in crescita anche Austria, Spagna, mentre la Lituania è ormai prossima al traguardo del proprio 100% (mancano una trentina di firme al minimo di 9.000). Ora un po’ tutti i Comitati nazionali stanno pensando a come organizzare il "click day" del 22 settembre, la giornata di mobilitazione durante la quale ciascun sostenitore si farà promotore di firme on-line presso amici e conoscenti. Come incentivo, l’asticella europea è stata alzata a 1,2 milioni di firme.” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy