LAVORO: EUROSTAT, DISOCCUPAZIONE STABILE MA I SENZA IMPIEGO SONO 26 MILIONI” “” “

(Sir Europa – Bruxelles) – "Nella zona euro il tasso di disoccupazione si è fermato al 12,1% a giugno 2013, stabile in rapporto al maggio precedente". Nell’Ue27 (la Croazia ha fatto ingresso nella comunità il 1° luglio) "il livello di disoccupazione è stato del 10,9%, in contrazione rispetto all’11,0%" del mese prima. I dati sono riferiti da Eurostat, che traccia il quadro del mercato del lavoro in Europa. Ovviamente il dato dei senza impiego è superiore a quello dell’anno precedente: nel giugno 2012 era all’11,4% nell’Eurozona, mentre raggiungeva il 10,5 in tutta l’Ue. In questo quadro continua invece a crescere su base annua la disoccupazione tra gli under25: il 30 giugno 2013 ha raggiunto il 23,2% nell’Ue27 e il 23,9% nei Paesi della moneta unica: un anno prima era, rispettivamente, il 22,8 e il 23,0%. Il numero totale delle persone ufficialmente senza impiego nell’Unione ammonta ora a 26 milioni e 424mila, di cui oltre 19 milioni nei 17 Paesi dell’euro. In confronto a maggio 2013, il numero dei senza lavoro è diminuito di 32mila unità. Eurostat riferisce inoltre che gli Stati in cui la disoccupazione è più contenuta sono ancora Austria (4,6%), Germania (5,4%) e Lussemburgo (5,7%); quelli in cui le condizioni dei mercato del lavoro sono più compromesse restano la Grecia (26,9% di disoccupati nell’aprile 2013) e la Spagna (26,3%). Tra i Paesi più popolosi i disoccupati sono: Regno Unito 7,7%, Polonia 10,6%, Francia 11,0%, Italia (12,1%).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy