GMG RIO 2013: DON FALABRETTI (SNPG), "UN PATRIMONIO DA NON DISPERDERE"” “” “

"La Gmg è un patrimonio da non disperdere. Anche noi adulti dobbiamo saper raccogliere l’entusiasmo di questo momento forte". Lo dichiara don Michele Falabretti, responsabile del Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Cei, commentando in un’intervista al Sir (clicca qui) la Gmg di Rio de Janeiro che si è chiusa domenica sulla spiaggia di Copacabana con la Messa di Papa Francesco cui hanno partecipato oltre tre milioni di giovani. "La proposta alta, di seguire Cristo, di non essere cristiani di facciata, che Papa Francesco ha lanciato in questa Gmg – afferma don Falabretti – deve mettere al muro, dinanzi alle proprie responsabilità educative, anche la comunità degli adulti che non può sempre parlare di crisi e di soldi ma deve fare un passo deciso verso i giovani valorizzandoli e dando loro fiducia". Dal canto loro i giovani da questa esperienza brasiliana riportano a casa "una forte esperienza missionaria. In tanti hanno scoperto un mondo, quello dei poveri, dei disagiati che è un mondo di grande apertura e disponibilità. I giovani sono rimasti impressionati dall’ospitalità di chi non ha nulla, ma che ti apre casa e ti mette a disposizione tutto quel poco che ha". Molto positiva anche l’esperienza di Casa Italia che non è stata "un centro servizi ma un luogo di incontro e di scambio tra i giovani, i sacerdoti e le loro diocesi".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy