UE: BARROSO, ELASTICITÀ DI BILANCIO PER INVESTIMENTI. EUROPARLAMENTO D’ACCORDO” “” “

(Sir Europa – Strasburgo) – "Quando la Commissione valuterà i bilanci nazionali per il 2014 e i risultati di bilancio del 2013, considererà di consentire deviazioni temporanee del deficit strutturale dal suo percorso verso l’obiettivo di medio termine fissato dalle raccomandazioni specifiche per Paese". La frase, forse un po’ contorta, è del presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, che di fatto ha annunciato oggi, nell’emiciclo dell’Europarlamento, una maggiore flessibilità nel giudicare i budget dei Paesi Ue che dimostrino di avere i conti statali sostanzialmente in ordine (rapporto deficit/Pil al di sotto del 3%), ovvero che siano fuori da procedure di bilancio. Le "deviazioni temporanee" consentiranno quindi "investimenti pubblici produttivi", con cofinanziamento comunitario, da indirizzare a crescita e creazione di posti di lavoro. La notizia è stata accolta positivamente sia dagli eurodeputati che da diversi governi di Paesi membri. A nome dell’Europarlamento, la vice presidente Roberta Angelilli afferma: "L’annuncio del presidente della Commissione, di consentire deviazioni temporanee del deficit per investimenti pubblici produttivi, rappresenta un segnale importante e concreto per rilanciare la crescita e l’occupazione. Possiamo considerare questa decisione un successo del Parlamento europeo, che più volte aveva sollecitato la Commissione ad adottare una sorta di golden rule sugli investimenti strategici".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy