ECUMENISMO: MONTRESOR (SAE), "IL TEMA DELLA MISSIONE È INELUDIBILE"

"Il Sae nasce dalla convinzione di essere tutti ‘sotto la Parola’ e c’è stato alle origini e c’è oggi il desiderio di rispondere insieme, cristiani delle diverse Chiese, a questa Parola sempre nuova che costantemente ci provoca, una Parola prima di tutto da accogliere perché ci trasformi". Così Marianita Montresor, presidente del Sae, spiega in un’intervista al Sir (clicca qui) la scelta del tema della cinquantesima sessione estiva di formazione, "’Condividere e annunciare la Parola’. Come il Padre ha mandato me anch’io mando voi". L’appuntamento è a Paderno del Grappa (Tv), da domenica 28 luglio al 3 agosto. "Il tema della missione – chiarisce Montresor – è ineludibile per ogni cristiano e per ogni Chiesa, ma purtroppo sono ancora rare, almeno qui in Italia, le occasioni di annuncio comune, in parte anche per mancanza di abitudine, perché non si è creata una consuetudine in questo senso. Indubbiamente alcune difficoltà possono sussistere a motivo di letture esegetiche della bibbia diverse, o di differenti visioni teologiche, ma il nucleo dell’annuncio di Cristo è condiviso e dunque l’esperienza del Sae vorrebbe anche ribadire l’urgenza di essere fedeli al kerigma evangelico e alla sua trasmissione".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy