PAPA FRANCESCO: ALLA CLASSE DIRIGENTE, "SGUARDO CALMO, SERENO E SAGGIO"

Per la politica del futuro, ci vuole "uno sguardo calmo, sereno e saggio". Ne è convinto il Papa, che incontrando oggi, nel Teatro municipale di Rio, la classe dirigente del Brasile, ha citato il pensatore brasiliano Alceu Amoroso Lima, secondo il quale "quanti, in una nazione, hanno un ruolo di responsabilità, sono chiamati ad affrontare il futuro con lo sguardo calmo di chi sa vedere la verità". Nel discorso odierno, Papa Francesco ha considerato "tre aspetti di questo sguardo calmo, sereno e saggio: primo, l’originalità di una tradizione culturale; secondo, la responsabilità solidale per costruire il futuro; e terzo, il dialogo costruttivo, per affrontare il presente". Per il Papa "è importante, anzitutto, valorizzare la dinamica originalità che caratterizza la cultura brasiliana, con la sua straordinaria capacità d’integrare elementi diversi". "Il comune sentire di un popolo, le basi del suo pensiero e della sua creatività, i principi fondamentali della sua vita, i criteri di giudizio in merito alle priorità, alle norme di azione, poggiano su una visione integrale della persona umana", ha detto il Papa, sottolineando che "questa visione dell’uomo e della vita così come è propria del popolo brasiliano, ha ricevuto molto dalla linfa del Vangelo, attraverso la Chiesa cattolica". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy