GMG RIO 2013: CAMMINO (SIRACUSA), IL "SEGNO VISIBILE DI UNA SPERANZA POSSIBILE"

"I giovani a Rio, con Papa Francesco sono segno visibile di una speranza possibile. E i giovani di Rio de Janeiro sono i veri alternativi di una società che, annaspando alla ricerca dell’essere alternativo, è stritolata da asfittiche omologazioni". Lo si legge in un articolo in prima pagina del numero in uscita di "Cammino" (giornale della diocesi di Siracusa). "Tutti riuniti – prosegue l’articolo – in una terra in cui i giovani lottano per il domani, carichi di sogni e coraggiosi di fronte alle difficoltà. Saranno insieme i giovani di Rio, capaci di coniugare studio e lavoro per costruire il domani, disposti a frequentare le scuole e l’università con orari per noi impensabili (le famose lezioni serali delle università brasiliane), pronti a vivere e testimoniare la fede in Gesù Cristo. Ma saranno insieme giovani di tutto il mondo e di cui ancora nessuno riesce a calcolare la presenza in Brasile". Anche per chi è restato in Italia "è chiesta la preghiera quale segno di presenza. Per coloro che sono in Brasile l’esperienza sarà straordinaria; agli altri, che non sono potuti andare e che seguiranno le dirette proposte dalle varie emittenti, giungeranno innumerevoli notizie. A tutti noi è affidato il compito di pregare per il primo viaggio internazionale del Pontefice".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy