PAPA FRANCESCO: AI GIOVANI DI COPACABANA, "FEDE, RIVOLUZIONE COPERNICANA" (3)

Cristo – ha spiegato Papa Francesco ai giovani – dona pace, dolcezza, coraggio, serenità, "che sono i frutti dello Spirito Santo e la nostra esistenza si trasforma, il nostro modo di pensare e di agire si rinnova, diventa il modo di pensare e di agire di Gesù, di Dio". Nell’Anno della fede, ha subito aggiunto Jorge Mario Bergoglio, questa Gmg "è proprio un dono che ci viene offerto per avvicinarsi ancora di più al Signore, per essere suoi discepoli e suoi missionari, per lasciare che Lui rinnovi la nostra vita". Infine il Papa ha indicato la via per poter mettere il Signore al centro dell’esistenza: "In questi giorni, Lui ti attende nella sua Parola, ascoltalo con attenzione e il tuo cuore sarà riscaldato dalla sua presenza"; "Lui ti accoglie nel Sacramento del perdono, per guarire, con la sua misericordia, le ferite del peccato. Non avere paura di chiedere perdono a Dio. Lui non si stanca mai di perdonarci, come un padre che ci ama". E ancora: "Lui ti aspetta nell’incontro con la sua carne nell’Eucaristia, sacramento della sua presenza, del suo sacrificio di amore, e nell’umanità di tanti giovani che ti arricchiranno con la loro amicizia, ti incoraggeranno con la loro testimonianza di fede, ti insegneranno il linguaggio della carità, della bontà, del servizio". "Anche tu caro giovane, cara giovane, puoi essere un testimone gioioso del suo amore, un testimone coraggioso del suo Vangelo per portare in questo nostro mondo un po’ di luce".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy