GMG RIO 2013: DODICI GIOVANI A PRANZO CON IL PAPA (2)” “” “

"Molto commovente – aggiunge il neozelandese – è stato quando il Papa ci ha chiesto: perché quando voi siete qui a pranzo con il Papa, c’è gente che ha fame? Ci ha fatto capire che avevamo una grande responsabilità, che era quella di condividere questa esperienza con gli altri e di essere testimoni vivi di Cristo". Anne Sophie Peiffer, di Parigi, parla di "un Papa eccezionale, dal calore umano e lo sguardo accogliente che mette subito a proprio agio". A fare da interprete dall’inglese allo spagnolo è stata Paula Garcia, della Colombia, che ai giornalisti ha anche riportato qualche frase detta dal Santo Padre durante il pranzo. "Il Papa ci ha detto che il passato è memoria, il futuro è una grazia mentre il presente è l’unico attimo che viviamo". O ancora quando il Santo Padre ha detto: "Quando il vostro cuore piange, allora sarete più vicini a Dio". Polina Grigorieva, russa, dice di aver perso la voce per l’emozione e che era là per "rappresentare tutti i giovani del mondo". Ed aggiunge: "Da noi in Russia c’è un detto che dice: è più facile portare tutti i giovani cattolici dal Papa che il Papa in Russia". "Lui – conclude Marcelo Galeano, argentino – è prima di tutto un prete. Ama la Chiesa e ama i giovani e si preoccupa per loro perché tutti noi possiamo avere una vita bella, una vita degna".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy