CATECHESI GMG RIO 2013: CARD. BETORI, "UN’ALTRA FRONTIERA DELLA MISSIONE"

"La missione è la prova della autenticità della nostra fede". Lo ha sottolineato il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, nella catechesi ai giovani italiani oggi dedicata al tema "Essere missionari. Andate!". Se davvero l’incontro con Gesù nella fede "è stato per noi un’esperienza di gioia e di bellezza, non possiamo che sentire il desiderio di condividere con altri la notizia di lui, la buona notizia, il Vangelo". È questo "slancio missionario" che ha permesso al Vangelo di Gesù di "giungere fino a me, in una catena ininterrotta di testimoni, a cominciare dai suoi primi discepoli e poi lungo i secoli della storia della Chiesa. Io ne sono il destinatario che non può considerarsi ultimo, se non vuole assumere su di sé la responsabilità di provocare una frattura in questa catena della testimonianza". E se un tempo questo compito "lo si poteva pensare come diretto verso regioni che non avevano mai sentito risuonare la parola del Vangelo", oggi, "si impone un’altra frontiera della missione, collocata accanto a noi, a volte persino nel nostro ambiente sociale e familiare, addirittura nel nostro stesso cuore: è la frontiera della nuova evangelizzazione, in cui c’è da risvegliare una fede assopita, richiamare un Vangelo dimenticato, rendere nuovamente presente la persona di Gesù a suo tempo allontanata". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy