REGNO UNITO: PRIMATE NICHOLS, I CATTOLICI DI FRONTE AI MATRIMONI GAY (2)” “

Nel secondo principio, spiegato nell’opuscolo "La porta stretta", il Primate Nichols scrive che occorre compiere ogni sforzo per accompagnarci a vicenda attraverso le difficoltà e le prove della vita e "offrire ad altri rispetto continuo mentre cercano di fare del loro meglio, difendendoli dalla durezza e dal pregiudizio". Nelle famiglie e dentro la chiesa, nelle parrocchie, questo sostegno non deve mai venir meno, anche in momenti di confusione sul giusto corso da tenere. Pur decisi a credere nel matrimonio come unione duratura di un uomo e una donna impegnati da allevare i figli i cattolici sono "sempre desiderosi di impegnarsi nel dialogo con chi vede le cose diversamente da noi come ci è stato insegnato dal Papa durante la sua visita del 2010". Con queste parole, nell’opuscolo il Primate Nichols illustra il terzo principio che deve guidare i cattolici nel loro comportamento all’interno della società. L’arcivescovo di Westminster chiede ai fedeli delle parrocchie della sua diocesi di "essere cittadini energici" e di "contribuire al bene comune di tutti". "Cruciale per questo è la nostra ferma convinzione della verità e del valore della nostra visione cattolica della vita e dei suoi principi morali", scrive il Primate.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy