PAPA FRANCESCO: ALL’OSPEDALE, "NON SIETE MAI SOLI"” “” “

"Dio ha voluto che i miei passi, dopo il Santuario di Nostra Signora di Aparecida, si incamminassero verso un particolare santuario della sofferenza umana qual è l’Ospedale San Francesco di Assisi". Sono state queste le parole con cui Papa Francesco ha aperto stasera il discorso all’ospedale San Francesco, a Rio de Janeiro, dove benedirà e inaugurerà il "Polo di attenzione integrale alla salute mentale" destinato soprattutto alla cura e recupero dei tossicodipendenti. Alla realizzazione di quest’opera, dalla forte valenza sociale, si è giunti grazie al contributo economico della Conferenza episcopale italiana. Dopo aver ricordato il gesto fondamentale della conversione di San Francesco, l’abbraccio ad un lebbroso, il Papa ha esortato tutti ad "imparare ad abbracciare chi è nel bisogno", proprio sull’esempio del santo di Assisi. "Ci sono tante situazioni in Brasile, nel mondo, che chiedono attenzione, cura, amore, come la lotta contro la dipendenza chimica. Spesso, invece, nelle nostre società ciò che prevale è l’egoismo. Quanti ‘mercanti di morte’ che seguono la logica del potere e del denaro ad ogni costo! La piaga del narcotraffico, che favorisce la violenza e semina dolore e morte, richiede un atto di coraggio di tutta la società. Non è con la liberalizzazione dell’uso delle droghe, come si sta discutendo in varie parti dell’America Latina, che si potrà ridurre la diffusione e l’influenza della dipendenza chimica". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy