GMG RIO 2013: PADRE LENIN, "PAPA A VARGINHA PER COSTRUIRE NUOVO ORIZZONTE" (2)” “” “

"La visita – conclude – è un grande segnale utile affinché ognuno si assuma le proprie responsabilità, noi come cattolici e anche le Istituzioni, i poteri pubblici e la politica. Ognuno deve essere stimolato a fare di più per dare opportunità alle nuove generazioni e a questa comunità che ha tanto bisogno". Lo scorso 18 maggio l’arcivescovo di Rio, nonché presidente del Comitato organizzatore locale (Col), dom Orani João Tempesta, ha celebrato una Messa nella cappella di san Girolamo Emiliani, dove domani il Papa sarà accolto, tra gli altri, dal parroco, padre Márcio Queiroz, e dai suoi collaboratori insieme alle Suore della Carità di Madre Teresa di Calcutta, che qui è stata nel 1972. Nella cappella, costruita dai padri somaschi italiani, dopo un momento di preghiera, il Pontefice benedirà il nuovo altare. Dalla cappella, poi, Papa Bergoglio farà a piedi i circa 300 metri che lo separano dal campo di calcio locale, dove il campione del mondo, Jairzinho, che nel 1970 ai Mondiali del Messico, sconfisse l’Italia in finale, allena i ragazzini della favelas. Nel campetto darà la benedizione agli abitanti della baraccopoli. Lungo il percorso, il Papa visiterà la casa di una famiglia e terrà un discorso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy