CARDINALE BAGNASCO: GMG RIO 2013, "I GIOVANI NON DEVONO SENTIRSI SOLI"” “

"I giovani non devono sentirsi soli di fronte alla vita, di fronte al mondo del lavoro, di fronte al proprio futuro come invece c’è pericolo oggi soprattutto in Occidente ma non solo". Così il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana, commenta in un’intervista al Sir rilasciata a Rio de Jeneiro (clicca qui), le prime parole pronunciate ieri da Papa Francesco al suo arrivo nella città carioca dove oggi si apre ufficialmente la Gmg. "La Chiesa, innanzitutto nelle parole e nella persona del Santo Padre, vuole dire e rassicurare il mondo giovanile che non è abbandonato dagli adulti, che non deve sentirsi solo", dice il cardinale che aggiunge: "Anche in Italia, i giovani fanno fatica a pensare al proprio futuro proprio per la mancanza del lavoro, per la difficoltà a entrare nel mondo lavorativo e quindi a fare un progetto di vita. La Chiesa cattolica e il Papa vogliono rassicurarli e chiedere a tutto il mondo degli adulti che non abbandonino i giovani sia sotto il profilo della testimonianza nei valori morali, nella visione di una vita seria e non effimera sia dal punto di vista dell’impianto sociale, lavorativo, economico. Quindi una grande rassicurazione che non vuole essere solo formale o verbale ma che chiama in causa la responsabilità vera e concreta del mondo degli adulti".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy