DIOCESI: MONS. MORAGLIA (VENEZIA), "STATO GARANTISCA TUTELA LIBERTÀ RELIGIOSA"” “

"La laicità è fondamentale, sia per il cittadino sia per il cristiano". Lo Stato "non può essere indifferente o neutrale di fronte alla religione"; deve piuttosto "garantire la tutela della libertà religiosa come diritto fondamentale e inalienabile della persona". Questa, in sintesi, la riflessione sulla laicità offerta ieri sera dal patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia (clicca qui), nel corso della concelebrazione solenne presieduta in occasione della Festa del SS. Redentore nell’omonima basilica palladiana. Definendo la laicità "snodo essenziale" della vita del credente e del cittadino, il patriarca chiarisce che tale termine non compare nella legislazione ordinaria, né nella Costituzione. A qualificare il principio di laicità come "principio supremo dell’ordinamento costituzionale" è infatti la sentenza n. 203 del 1989 della Consulta. Per monsignor Moraglia, lo Stato non può pertanto essere "indifferente o neutrale di fronte alla religione"; esso "deve garantire la tutela della libertà religiosa come diritto fondamentale e inalienabile della persona, un diritto valido per tutti". Una sana laicità, allora, "è in grado di riconoscere, rispettare e valorizzare tanto la sfera sacrale/religiosa quanto quella profana/secolare nell’interesse del cittadino, di ogni cittadino e di tutti i cittadini".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy