UNGHERIA: PROGETTO DI UN MUSEO DEDICATO ALLA COABITAZIONE EBRAICO-CRISTIANA” “” “

(Sir Europa – Bratislava) – Avanza il progetto per la costruzione di un museo dedicato alla coabitazione ebraico-cristiana che sarà ospitato all’interno della sinagoga di Gyongyos, nella parte orientale dell’Ungheria. Secondo il suo promotore, il parlamentare Jozsef Balazs, un documento di intento è stato firmato dal leader del gruppo di lavoro ebraico della Fondazione cristiano-democratica "Barankovics", Peter Weisz, dal leader del partito liberale Gabor Fodor, nato a Gyongyos, e dal vicesindaco locale Gyorgy Hiesz. Come informa il sito internet www.politics.hu, il progetto sarà finanziato grazie al contributo di fondazioni ecclesiali e culturali e al sostegno degli Stati ungherese e israeliano. Il progetto è legato al 70° anniversario dell’Olocausto ungherese la cui commemorazione avverrà nel 2014. Più di 1.800 persone sono state confinate nel ghetto di Gyongyos nell’aprile del 1944 e l’intera comunità fu deportata nei campi di sterminio. Secondo Balazs, Gyongyos possiede uno dei più ricchi patrimoni culturali ebraici del Paese, ma le condizioni della sinagoga e del cimitero, costruito nel 1929-1931, destano preoccupazione. Il museo, disegnato da Lipot Baumhorn, sarà ospitato nella sinagoga.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy