CARDINALE TURKSON: CARDINALE VAN THUAN VOLEVA ESSERE "MATITA NELLE MANI DI DIO" ” “” “

"L’ambizione maggiore del cardinale Van Thuân, educatore della sua gente, era quella di essere – come peraltro desiderava esserlo Madre Teresa di Calcutta – ‘una matita nella mano di Dio, perché Egli scriva ciò che vuole’". Così il cardinale Peter Appiah Turkson, presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, intervenuto questa mattina alla conferenza stampa di presentazione del volume "Lettere pastorali. Sulle orme del Concilio Vaticano II" (Lev 2013) del Servo di Dio cardinale François-Xavier Nguyen Van Thuân (1928 – 2002), del quale il 5 luglio si chiuderà il processo diocesano di beatificazione e canonizzazione. L’inchiesta diocesana, ha spiegato Turkson, "è iniziata presso il Tribunale de Vicariato di Roma il 22 ottobre 2010". Raccolte ben 10.970 pagine di documenti. Fitto il calendario delle celebrazioni che proseguiranno anche il 6 luglio. Ad aprirle, il 5 luglio alle 9.30, una Messa nella basilica di Sant’Antonio a via Merulana, cui seguirà alle 11.30, presieduta dal cardinale vicario del Papa per la diocesi di Roma, Agostino Vallini, la solenne sessione di chiusura del processo al Palazzo del Vicariato. In programma anche la presentazione di alcune pubblicazioni del Servo di Dio. Il 6 luglio sono previste l’udienza con Papa Francesco (ore 12) e alle 16.30 la Messa a Santa Maria della Scala, dove è sepolto i cardinale vietnamita.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy