ARGENTINA: MONS. POLI (BUENOS AIRES), "FRANCESCO È IL PAPA DI TUTTI"

"È stato emozionante, ma Papa Francesco è il Papa di tutti, per questo non c’è stata un’attenzione particolare nei miei confronti. A colpirmi è stata soprattutto la dimensione universale della Chiesa. Anche se, prima della celebrazione, è successo un fatto curioso: stavo pregando davanti alla Pietà di Michelangelo quando vedo il Papa passare dietro di me. Stava cercando i vari arcivescovi per salutarli personalmente". Lo dice in un’intervista al Sir (clicca qui) monsignor Mario Aurelio Poli, da poco più di tre mesi arcivescovo di Buenos Aires, che sabato scorso ha ricevuto il pallio dal Santo Padre, che è suo predecessore come arcivescovo di Buenos Aires. Parlando proprio dell’impronta che il Papa ha lasciato nella diocesi argentina, monsignor Poli ha sottolineato: "Il cardinale Bergoglio era solito offrire la sua amicizia a tutti ed ha chiesto espressamente ai sacerdoti ordinati di dargli del ‘tu’. A questo si aggiungeva uno stile di vita sobrio e di vicinanza alle persone che, però, non inficiava in alcun modo la sua capacità di prendere decisioni e di farle rispettare. Uno stile che rompe con una certa visione di episcopato e che vorrei portare avanti. Questo non vale solo per Buenos Aires: oggi in Argentina c’è una nuova generazione di vescovi che segue questo stile".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy