TRAGEDIA A ONO SAN PIETRO: BIANCHI (LA VOCE DEL POPOLO), "PREGARE E PIANGERE"

"La splendida Valle Camonica, terra di santi, di radici cristiane, scenario incantato di operosità, meta di riposo del corpo e dello spirito balza all’onore della cronaca per un fatto che probabilmente avremmo immaginato nella periferia degradata di qualche metropoli. Oggi più che mai tutto il mondo è paese e ogni paese ha in sé il mondo anche nei suoi tratti peggiori". Così riflette sul Sir (clicca qui) Adriano Bianchi, direttore di "La Voce del Popolo" (Brescia), a proposito dei due fratellini morti carbonizzati a Ono San Pietro. "Il secondo aspetto che sconvolge – prosegue – sta nel fatto che anche a Ono emerga nel dramma l’incredibile capovolgimento di senso di un legame fondamentale come quello che stringe un padre e i suoi figli e che trasforma l’amore in disprezzo, violenza e morte". "Da ultimo il pensiero che ci attraversa in queste ore non può che essere quello della pietà e della preghiera". Oggi, conclude, "è solo tempo di pregare e piangere. La Concarena con la sua fresca brezza, accarezzi ancora una volta Andrea e Davide e il loro povero padre sconsiderato e il Signore consoli mamma Enrica e ogni persona che con un fiore di montagna, una preghiera o un gesto vorrà stringersi a lei e a questa terra sconvolta dal dolore".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy