FEDERAZIONE RUSSA: MUIZNIEKS (CDE), "RIVEDERE LEGISLAZIONE SU ONG" ” “” “

"La legislazione che regola le attività delle Ong in Russia è complessa e l’eccessiva discrezionalità nella sua applicazione può ostacolare il legittimo esercizio di due diritti umani fondamentali: la libertà di espressione e di associazione. Diritto e pratica dovrebbero essere semplificati e allineati con gli standard internazionali". Lo afferma oggi Nils Muižnieks, commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, in un parere sulla legislazione della Federazione russa in materia di Ong. Sottolineandone il ruolo centrale svolto nelle società democratiche, e in particolare in Russia per la difesa dei diritti umani e delle libertà fondamentali, il commissario sottolinea l’importanza che esse operino "senza indebite interferenze", denuncia ispezioni "condotte in maniera inutilmente invadente e sproporzionata", e afferma che il loro scioglimento deve essere limitato solo a "bancarotta, inattività prolungata e grave colpa". Accogliendo con favore il recente annuncio fatto dal presidente Putin di emendamenti alla "Legge sugli agenti esteri", Muižnieks sostiene la necessità di abrogarne alcune disposizioni, oltre alla "nuova definizione di tradimento, conseguente alle modifiche al Codice penale emanato nel 2012".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy