PAPA FRANCESCO: ANGELUS, "SIATE COME IL BUON SAMARITANO". PREGHIERA PER LA GMG (2)” “

Gesù "fa vedere che il cuore di quel samaritano è buono e generoso e che – a differenza del sacerdote e del levita – lui mette in pratica la volontà di Dio, che vuole la misericordia più che i sacrifici". "E Dio sempre vuole questo – ha sottolineato a braccio il Papa -: la misericordia del cuore, perché Lui è misericordioso, sa capire bene le nostre miserie, le nostre difficoltà, anche i nostri peccati. Dà a tutti noi questo cuore misericordioso e questo è quello che fa quel samaritano: imita proprio la misericordia di Dio, quella verso quello che ha bisogno". Un uomo che ha vissuto pienamente questo Vangelo del buon samaritano, ha ricordato il Pontefice, "è il Santo che ricordiamo oggi: san Camillo de Lellis, fondatore dei Ministri degli Infermi, patrono dei malati e degli operatori sanitari. San Camillo morì il 14 luglio 1614: proprio oggi si apre il suo quarto centenario, che culminerà tra un anno". Poi ha salutato "con grande affetto tutti i figli e le figlie spirituali di san Camillo, che vivono il suo carisma di carità a contatto quotidiano con i malati. Siate come lui buoni samaritani! E anche ai medici, agli infermieri e a coloro che lavorano negli ospedali e nelle case di cura, auguro di essere animati dallo stesso spirito. Affidiamo questa intenzione all’intercessione di Maria Santissima". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy