DISCONNESSIONI/3: CENTOCINQUANTA SFUMATURE DI NOIA E BANALITÀ

E. L. James sta per Erika Leonard, autrice inglese all’apice della fama grazie alle "Sfumature", che, come ormai molti sanno, sono, in rigoroso ordine cronologico, di grigio, di nero e di rosso. Aver portato a termine la lettura del solo primo volume è una fatica immane, perché consta di ben 623 pagine. Ma fosse solo questo, uno ci passerebbe sopra: siamo d’estate, e sotto l’ombrellone o al riparo di verdi alberi, una amena lettura ci starebbe proprio. Ma qui siamo lontani dalla letteratura, "lusso" cui ci hanno abituato generazioni di scrittori. Anzi, si potrebbero rivalutare le Liala, le Caroline Invernizio e gli altri autori "di consumo" tanto vituperati dagli intellettuali impegnati degli anni Sessanta e Settanta, a cospetto delle "Sfumature" che, con esiti involontariamente comici, alcune recensioni in lingua inglese hanno celebrato come "romanzo erotico che ha elettrizzato tutte le donne d’America", le quali donne, (non so con quanto piacere le donne americane abbiano accolto la catalogazione in quel genere di lettrici), avrebbero "diffuso il verbo su facebook, in palestra, a casa".

Per leggere tutto l’articolo: clicca qui.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy