CHIESE EUROPEE: IL COMUNICATO FINALE DELL’INCONTRO DEI SEGRETARI GENERALI (2)” “

Il vecchio continente, però, "oltre alle crisi economiche e spirituali – si legge nel comunicato – è pieno di segni di speranza", come testimoniano i rapporti presentati dai segretari. Monsignor Markus Stock (Conferenza episcopale Inghilterra e Galles), chiede una Chiesa capace di "una comprensione radicale della nuova evangelizzazione", all’avanguardia "nell’ardore, nei metodi e nelle espressioni con cui presenta" il contenuto della fede. "Segno di speranza", è stato sottolineato, è anche la rilevante mobilitazione dei cittadini attraverso l’iniziativa "Uno di noi" per la tutela dell’embrione umano, cui hanno aderito molte Conferenze episcopali. Mentre la Polonia si prepara a festeggiare i 1050 anni del Battesimo della nazione (966-2016), si è parlato del processo di riconciliazione in corso tra Polonia e Russia (firma di un documento comune tra il patriarca di Mosca Cirillo e monsignor Michalik), e della firma, lo scorso 28 giugno, di una dichiarazione comune che apre al dialogo e al perdono tra i popoli di Polonia e d’Ucraina. A testimoniare ulteriori "segni di speranza" nonostante difficoltà e persecuzioni, i segretari della Federazione delle Conferenze episcopali dell’Asia, p. Raymond O’ Toole, e dell’Assemblea dei vescovi cattolici della Terra Santa, p. Pietro Felet. Presentata l’attività di Ccee e Comece. A concludere l’incontro la messa presieduta ieri dal nunzio apostolico, monsignor Celestino Migliore.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy