MAROCCO: CDE, BENE NUOVA COSTITUZIONE. ORA STOP A PENA DI MORTE ” “

Soddisfazione per l’adozione della nuova costituzione e per la moratoria sulla pena di morte in vista della sua completa abolizione. Avanti con processo di riforme. Questo, in sintesi, il parere dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Apce) sul processo in corso in Marocco, al cui parlamento l’Assemblea di Strasburgo ha concesso nel 2011 lo status di "partner per la democrazia". "L’obiettivo primario" di questa partnership, ha spiegato a Parigi il relatore Apce Luca Volontè, "era il progresso nelle riforme", obiettivo "raggiunto". In una risoluzione adottata all’unanimità, la Commissione affari politici dell’Assemblea ha accolto "con favore" le numerose riforme attuate, tra cui l’adozione della nuova costituzione, e ha ribadito l’importanza di "proseguire e accelerare il processo di riforme adottando le leggi costituzionali necessarie alla creazione delle strutture di governance previste per attuare pienamente il potenziale democratico della nuova costituzione". Bene la "moratoria de facto sulla pena di morte", ma la Commissione invita il parlamento di Rabat ad abolirla del tutto. L’esortazione, infine, ad istituire l’Autorità per la parità e la lotta contro ogni discriminazione prevista nella nuova costituzione, e colmare le lacune ancora esistenti in materia di stato di diritto, diritti umani e libertà fondamentali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy