PAPA FRANCESCO: ANGELUS, "SEMPRE E SOLO L’AMORE DI CRISTO GENERA LA FEDE"

"Oggi, 29 giugno, è la festa solenne dei Santi Pietro e Paolo. È in modo speciale la festa della Chiesa di Roma, fondata sul martirio di questi due Apostoli. Ma è anche una grande festa per la Chiesa universale, perché tutto il Popolo di Dio è debitore verso di loro per il dono della fede". Lo ha detto, stamattina, Papa Francesco, in occasione della recita dell’Angelus, da piazza San Pietro, nella solennità dei santi Pietro e Paolo. "Pietro – ha ricordato – è stato il primo a confessare che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio. Paolo ha diffuso questo annuncio nel mondo greco-romano. E la Provvidenza ha voluto che tutti e due giungessero qui a Roma e qui versassero il sangue per la fede". Per questo "la Chiesa di Roma è diventata, subito, spontaneamente, il punto di riferimento per tutte le Chiese sparse nel mondo. Non per il potere dell’Impero, ma per la forza del martirio, della testimonianza resa a Cristo!". In fondo, ha osservato il Pontefice, "è sempre e soltanto l’amore di Cristo che genera la fede e che manda avanti la Chiesa". Il Santo Padre ha invitato a pensare a Pietro: "Quando confessò la sua fede in Gesù, non lo fece per le sue capacità umane, ma perché era stato conquistato dalla grazia che Gesù sprigionava, dall’amore che sentiva nelle sue parole e vedeva nei suoi gesti: Gesù era l’amore di Dio in persona!". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy