CATECHESI: MONS. SEMERARO, IL BATTESIMO "GRANDE MISTERO DELLA NOSTRA FEDE"

"Il battesimo è il grande mistero della nostra fede: fidei sacramentum", eppure non sembra che "fra i cristiani ve ne sia molta consapevolezza. Quanto vale oggi per noi il battesimo?". Esordisce così monsignor Marcello Semeraro, vescovo di Albano e presidente della Commissione Cei per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi, nella relazione tenuta questa mattina ad Assisi, al convegno unitario degli Uffici diocesani della catechesi e della pastorale della famiglia, dedicato appunto al battesimo come radice dell’iniziazione cristiana. Ed ecco la prima citazione, di p. Timothy Radcliffe, già maestro generale dell’ordine domenicano e noto teologo: "Il cristianesimo prospererà nel XXI secolo se comprenderemo che la Chiesa è, in primo luogo, la comunità dei battezzati". Il battesimo, precisa monsignor Semeraro, "una volta ricevuto non si esaurisce in quel gesto. Esso, piuttosto, è amministrato per rimanere". Del resto i sacramenti "non vivono isolatamente", bensì all’interno di un edificio "che ha la base nel battesimo e il suo vertice nell’Eucaristia". Il battesimo, anzi, "contiene in certo qual modo virtualmente l’intero edificio della vita cristiana" e, "salva la centralità dell’Eucaristia", le dà significato. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy