CRISI: COLDIRETTI CAMPANIA, "I CIBI LOW COST METTONO A RISCHIO LA SALUTE"” “” “

Allarme di Coldiretti Campania: con la crisi economica 6 famiglie su 10 acquistano cibi low cost e, secondo gli esperti, le conseguenze per la salute possono essere anche gravi: dalle più banali intossicazioni ai più seri problemi ai reni e di epatite. È tutto contenuto nel primo dossier sui "Rischi dei cibi low cost" presentato ieri a Bruxelles da Coldiretti. Nel carrello della spesa finiscono cibi di dubbia provenienza, molti dei quali richiamano prodotti della tradizione campana: una mozzarella su 4 fatta con cagliate dell’Est Europa, limoni e pomodori con residui chimici, il kit di vino in polvere. "È assurdo – dicono il presidente e il direttore di Coldiretti Campania, Gennarino Masiello e Prisco Lucio Sorbo – che proprio alcuni prodotti vanto dell’agroalimentare campano arrivino nella nostra regione da Paesi stranieri dove i controlli e gli standard qualitativi sono meno rigidi. Scegliendo un prodotto garantito sappiamo che, oltre ad aiutare le imprese della nostra filiera agroalimentare, acquistiamo un alimento sano, coltivato in un certo modo e che risponde a degli standard qualitativi molto rigidi". L’80% degli allarmi alimentari è provocato da prodotti a basso costo provenienti da paesi extraeuropei: nel 2013 gli scandali sono aumentati del 26% e la Campania è tra le regioni maggiormente colpite.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy