CARDINALE BETORI: AL CORTILE DEI GENTILI, "DARE ALL’ECONOMIA UN VOLTO UMANO"” “

"Dovunque il ‘Cortile’ è passato, ha lasciato il desiderio di portare avanti il confronto sulle questioni più urgenti che riguardano l’uomo contemporaneo". Lo ha detto questo pomeriggio il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, nel saluto iniziale in occasione del "Cortile dei Gentili" in programma nel Salone dei Dugento a Palazzo Vecchio. Per il cardinale "la crisi dell’economia mondiale, scoppiata nel 2008, è ormai una realtà con cui dobbiamo combattere tutti i giorni": "La globalizzazione come risultato dello sviluppo tecnologico ed economico del mondo moderno, è una condizione di cui godiamo ogni giorno in termini di nuove opportunità, di maggiore convenienza, efficienza, innovazione, benessere, servizi. Ma presenta anche nuovi rischi per l’occupazione, i diritti umani, lo standard di vita, l’ambiente". "Oggi più che mai – ha aggiunto – sentiamo con urgenza che vivere e orientare la globalizzazione in tal senso significa dare all’economia un volto umano". Su questo fronte, ha precisato, "volto a realizzare un’economia che sia profondamente etica è necessario l’apporto delle istituzioni politiche, che non possono semplicemente determinare il regolamento del mercato, ma porre le regole, perché dove la politica funge solo da longa manus dell’economia, non può esserci alcun quadro giuridico e istituzionale di riferimento per una equa convivenza sociale".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy