2 GIUGNO: FOCSIV, FESTA DEGLI ITALIANI CHE SERVONO LA PACE ANCHE ALL’ESTERO” “

Il 2 giugno non deve essere solo la celebrazione delle forze armate e dei corpi Armati e non armati dello Stato, ma "la festa di tutti gli italiani" che partecipano in varie forme alla vita sociale del Paese. Questa la proposta rivolta dalla Conferenza nazionale enti di Servizio civile, Movimento nonviolento, Forum nazionale per il Servizio civile e Rete Disarmo (Focsiv) al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il quale ha accolto con favore l’iniziativa sottolineando che il "volontariato è indubbiamente una delle risorse più importanti su cui possiamo contare". "Siamo lieti di riscontrare che il presidente della Repubblica condivida la nostra visione – sottolinea Gianfranco Cattai, presidente Focsiv –, il volontariato è una ricchezza fondamentale per la nostra società e quando contribuisce a risollevare da situazioni di povertà e violazione dei diritti, come accade nel volontariato internazionale, raggiunge una delle sue espressioni più alte". "Nell’occasione di queste celebrazioni – conclude Cattai – deve essere un impegno di tutti, valorizzare anche il contributo di tanti italiani che nel mondo rappresentano l’Italia mettendosi al servizio delle comunità più emarginate. Tra questi, anche i giovani del servizio civile nazionale all’estero, che testimoniano in modo concreto la loro scelta volontaria di difesa non violenta della Patria e costruzione della pace".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy