CARD. SCOLA: SERVONO "UOMINI NUOVI RESPONSABILI DEL BENE DI TUTTI"

"Viviamo un’epoca di travagliato passaggio di millennio. Cambiamenti mai visti prima sono in atto a vari livelli". Lo ha detto stasera l’arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, nella basilica dei Santi XII Apostoli a Roma durante la celebrazione eucaristica per il 1950° anniversario del martirio di San Giacomo il minore. "Basti pensare – ha chiarito il porporato – all’amore, alla vita, al mescolamento di popoli, alla civiltà delle reti, alle strabilianti possibilità che ogni giorno la tecno scienza ci offre. Alla dolorosa fatica di questo cambiamento più che epocale si è aggiunta la crisi economico-finanziaria che sta provando duramente molte famiglie, i giovani che non riescono a pensare con la necessaria serenità al loro futuro". Perciò, "non bastano le pur opportune analisi, non bastano i programmi. Sono necessari uomini nuovi responsabili del bene di tutti. Uomini che rischiano in prima persona per ringiovanire le Chiese d’Europa, anche la nostra Chiesa italiana. Uomini che da cittadini motivati si facciano costruttori di vita buona e di buon governo". In una parola "uomini che affrontino il cammino personale e comunitario dell’esistenza con chiarezza di senso. Cosa vuol dire chiarezza di senso? C’è bisogno di donne e uomini che nell’azione comunichino il significato e che conoscano la direzione del loro cammino".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy