UCRAINA: SERVIZIO INFORMAZIONE RELIGIOSA ESAMINA LIBERTÀ RELIGIOSA NEL PAESE” “” “

(Sir Europa – Bratislava) – Il Servizio di informazione religiosa dell’Ucraina (Risu) ha lanciato ieri un nuovo progetto per esaminare le questioni legate alla libertà religiosa nel Paese. Lo scopo principale è "raccogliere e diffondere informazioni sulle violazioni e le minacce alla libertà religiosa e riferire sugli eventi o azioni finalizzate a difenderla". Osservatori esterni ed esperti ucraini hanno concluso che nel corso degli ultimi anni lo stato della libertà di religione in Ucraina ha subito un grave deterioramento. A una recente tavola rotonda organizzata dal Centro "Razumkov", il direttore dell’Associazione ucraina per la libertà religiosa, Viktor Yelensky, ha dichiarato che attualmente la maggior parte dei cittadini – il 65%, con una diminuzione dell’11% rispetto ai dati del 2010 – ritiene che vi sia una libertà di religione assoluta. Yelensky, inoltre, ha osservato che il livello di restrizione della libertà religiosa imposta dal Governo – così come calcolato da centri di ricerca internazionali sulla base di diversi parametri – è drasticamente peggiorato. (segue)” ” ” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy