TERREMOTO IN EMILIA: AZIONE CATTOLICA, SOLIDARIETÀ E SOSTEGNO ALLE POPOLAZIONI” “” “

"Vicinanza e concreta solidarietà" alle "famiglie e alle comunità ecclesiali e civili ferite negli affetti e nelle cose", e "disponibilità e adesione ad ogni azione che possa portare aiuto e sostegno alle popolazioni". Ad esprimerle è oggi l’Azione cattolica italiana in una nota della presidenza nazionale dopo le nuove scosse di terremoto in Emilia Romagna, avvertite in tutto il Nord. L’Ac è già in contatto con Caritas e le autorità civili per ogni genere di supporto necessario, mentre il centro nazionale e la delegazione regionale dell’Emilia Romagna stanno coinvolgendo le diocesi vicine. Dall’Ac l’invito a collaborare alle iniziative di sostegno economico di Caritas, Cei e delle diocesi italiane, e la vicinanza agli amici che vivono ore di terrore", a "tutti i cittadini, i parroci e i vescovi che sono già al lavoro per ricostruire la speranza". Alle autorità pubbliche la richiesta di soccorsi "celeri ed efficaci" dando "priorità alle persone e alle famiglie colpite". Due i "problemi cronici e irrisolti" che richiedono di passare "dalle analisi ai fatti": "l’insicurezza sui luoghi di lavoro, segno di disprezzo per la vita", e "l’assoluta fragilità del territorio, del patrimonio abitativo e di quello storico-artistico-culturale". Infine l’invito ai soci e all’associazione tutta "a moltiplicare nelle parrocchie gli appuntamenti di preghiera, riflessione e solidarietà".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy