SIRIA: ANNAN (INVIATO SPECIALE ONU E LEGA ARABA), SERVONO "PASSI CORAGGIOSI"

Questa mattina, in un incontro con il presidente siriano Bashar Al-Assad, l’inviato speciale delle Nazioni unite e della Lega degli Stati arabi sulla crisi siriana, Kofi Annan, ha sottolineato che il piano di pace presentato a marzo non può avere successo senza "passi coraggiosi". Secondo un comunicato diffuso dal suo portavoce, Annan ha inoltre espresso "la grave preoccupazione della comunità internazionale per la violenza in Siria", e in particolare per "quanto accaduto nel finesettimana a Houla". Annan è arrivato a Damasco ieri, poco dopo il massacro di oltre 100 uomini, donne e bambini nel villaggio di Houla, che ha definito "un crimine orrendo". Dall’inviato speciale la sottolineatura dell’importanza della "piena attuazione del piano in sei punti" presentato lo scorso marzo, che chiede di "porre fine alla violenza", consentire "l’accesso delle agenzie umanitarie per fornire assistenza ai bisognosi", il rilascio dei detenuti, l’inizio di un "dialogo politico globale che tenga conto delle aspirazioni del popolo siriano", e "accesso illimitato" al Paese per i media internazionali. Secondo l’Onu, dall’inizio della rivolta contro il presidente Assad, iniziata 15 mesi fa, sono state uccise in Siria oltre 9.000 persone, soprattutto civili, e sono decine di migliaia gli sfollati. Domani Annan e il sottosegretario generale per le operazioni di pace Herve Ladsous riferiranno al Consiglio di sicurezza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy