FAMILY 2012: RICERCHE SOCIOLOGICHE IN SEI PAESI, SENZA LA FAMIGLIA IL COLLASSO

La famiglia è una risorsa per la società? È la domanda da cui sono partite sei ricerche sociologiche proposte dal Pontificio Consiglio per la famiglia, che ha chiesto alle Conferenze episcopali di diversi Paesi di organizzare gruppi di lavoro scientifici, che si mettessero al lavoro sulla questione, ponendo delle domande a campioni di popolazione significativi, di età compresa tra i 30 e i 55 anni (clicca qui). Hanno risposto positivamente alla sollecitazione Messico, Italia, Spagna, Stati Uniti, Polonia e Brasile e un primo risultato, sorprendente da un certo punto di vista, è che la famiglia "normo-costituita", ovvero padre e madre e almeno due figli, è in effetti la "migliore" risorsa della società: il valore di queste ricerche è che si è arrivati a questo risultato con una verifica dei dati empirici. Scopo dell’iniziativa, al di là dei dati, pur importanti, è quello di proporre un metodo, specialmente alle associazioni familiari, per poter dialogare con politici, legislatori e operatori della comunicazione più sulla base dei fatti che delle idee astratte. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy