CARITAS DEL MEDITERRANEO: DON SODDU, "GLI EFFETTI DI DUE CRISI SULLE MIGRAZIONI"

(Cagliari, dall’inviata Sir) – Migramed 2012 "vuole fare il punto sul presente e il futuro delle migrazioni nel Mediterraneo, sugli effetti della crisi in Medio Oriente e Nord Africa e sul ruolo dell’Europa tra crisi economica e emergenza umanitaria dei profughi": lo ha detto don Francesco Soddu, direttore di Caritas italiana, aprendo oggi a Cagliari il Migramed meeting, l’incontro internazionale delle Caritas del Mediterraneo organizzato, fino al 18 maggio, da Caritas italiana insieme alla Caritas di Cagliari. Sono presenti rappresentanti delle Caritas di Marocco, Algeria, Libia, Tunisia, Libano, Turchia, Francia, Germania, Spagna, Grecia, Malta e Albania, e centinaia di delegati dalle Caritas diocesane. Per la terza volta le Caritas del Mediterraneo si incontrano per parlare di migrazioni: a Trapani nel 2010, lo scorso anno a Roma. "Migramed – ha ricordato don Soddu – è diventato un importante appuntamento per lavorare insieme e condividere informazioni ed esperienze, in una fase in cui assistiamo all’incontro di due grandi crisi: la crisi economica, che non risparmia più nessun Paese, e le crisi umanitarie che hanno interessato tutto il bacino del Mediterraneo". Don Marco Lai, direttore della Caritas di Cagliari, ha poi sottolineato l’importanza, anche per la Sardegna – in prima linea nell’accoglienza degli immigrati -, di "aprirsi alla dimensione della mondialità".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy