UE: BARNIER (COMMISSIONE), "UNO STATUTO PER LE FONDAZIONI EUROPEE"” “” “

(SIR Europa – Bruxelles) – "Dobbiamo sostenere e incoraggiare il mirabile lavoro delle fondazioni a favore dei cittadini europei. In particolare, occorre eliminare gli ostacoli che frenano le attività transfrontaliere in ambiti come la ricerca, la salute e la cultura". Michel Barnier, commissario responsabile del mercato interno, presenta una proposta dell’Esecutivo per uno "statuto della fondazione europea", in modo da "rendere più facile per le fondazioni sostenere le cause di pubblica utilità in tutta l’Unione". Riconosciuto dunque il valore sociale e culturale delle fondazioni che operano nei diversi Stati comunitari, si vorrebbe istituire un’unica forma giuridica europea, denominata appunto "fondazione europea", che sarebbe identica in tutti gli Stati membri. La fondazione europea coesisterebbe con le fondazioni nazionali e l’acquisizione di tale status sarebbe volontaria, apportando però dei vantaggi burocratici, fiscali, di "visibilità" e operatività su tutto il territorio comunitario. Quando decidono di operare all’estero, le fondazioni, chiarisce ancora Barnier, "spesso devono investire una parte delle loro risorse in consulenza giuridica per soddisfare i requisiti legali e amministrativi definiti dai vari ordinamenti giuridici nazionali. In questo modo l’ammontare dei fondi a disposizione delle fondazioni per realizzare le attività di pubblica utilità diminuisce". Con la nuova proposta questo problema verrebbe risolto alla radice.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy