SANTA SEDE: A "GLI INTOCCABILI" DI IERI "AFFERMAZIONI INFONDATE E FALSE" ” “” “

Nella trasmissione "Gli Intoccabili" di La 7 di ieri "sono state fatte affermazioni infondate e diffuse informazioni false sull’Istituto per le opere di religione e l’Autorità di informazione finanziaria". La precisazione viene oggi da una nota della Sala Stampa della Santa Sede. Innanzitutto, "l’affermazione che lo Ior è una banca non corrisponde a verità" e tanto meno è una "banca off-shore". Di fatto, "nella citata trasmissione viene usato tale termine non per illustrare il vero carattere e la funzione dello Ior, ma per creare un’impressione di illegalità". In realtà, "lo Ior si trova all’interno di una giurisdizione sovrana e opera in un quadro normativo e regolamentare, che comprende anche la legge antiriciclaggio vaticana", adottata proprio "per essere in linea con gli standard internazionali". In secondo luogo, "l’insinuazione che le normative vaticane non consentirebbero le indagini o i procedimenti penali relativi a periodi precedenti all’entrata in vigore della legge CXXVII (1° aprile 2011), non corrisponde a verità". Per quanto riguarda la cooperazione tra lo Ior e l’Aif, "lo Ior ha cooperato nel fornire informazioni su transazioni avvenute anche prima di tale data". Le affermazioni fatte durante la trasmissione "non corrispondono quindi a verità". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy