CHIESA E ABUSI: VESCOVI IRLANDESI, DATI E COSTI DELL’IMPEGNO PER LE VITTIME ” “” “

I vescovi irlandesi non ci stanno e contestano l’affermazione che "travisa fortemente la realtà", secondo la quale le vittime di abuso non hanno ricevuto scuse, aiuti terapeutici ed indennizzi. Una nota della Conferenza episcopale irlandese è stata diffusa ieri sera per diffondere dati e costi che attestano l’impegno della Chiesa irlandese su questo fronte. In particolare viene citato il servizio "Verso la guarigione" (il "Towards Healing service", prima conosciuto con il nome di "Faoiseamh"), che è "finanziato congiuntamente dai vescovi e dalle congregazioni religiose, fornisce consulenza riservata e altri servizi di supporto alle vittime di abusi con terapisti indipendenti e pienamente accreditati". La consulenza è offerta ai superstiti entro sette giorni dal primo contatto con il servizio. Nella nota si fa sapere che dal 1997, "Towards Healing" (www.towardshealing.ie/site) ha fornito consulenza e altri servizi di supporto ad oltre 5.000 vittime di abusi commessi da clero e religiosi, per un totale di 250.000 sessioni separate. Solo nel 2011 ci sono state 29.000 sessioni di consulenza ai sopravvissuti e la cifra ogni anno si attesta attorno alle 20.000 sessioni di consulenza. Inoltre, il "Towards Healing service" offre terapie di gruppo, e un servizio ponte progettato per facilitare l’accesso delle vittime ad altri servizi, per esempio di natura legale. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy