IMU E SCUOLE PARITARIE: VESCOVI PIEMONTE-VALLE D’AOSTA, "GRAVI PREOCCUPAZIONI"” “” “

I vescovi del Piemonte e Valle d’Aosta esprimono "gravi preoccupazioni" per le norme relative al pagamento dell’Imu che "colpiscono ingiustamente la scuola paritaria che svolge un servizio pubblico di primaria importanza e garantisce in molti paesi alle famiglie e bambini nella scuola dell’infanzia un servizio spesso unico e comunque indispensabile". In una nota diffusa oggi, i vescovi della Conferenza episcopale di Piemonte e Valle d’Aosta ricordano che "anche le scuole elementari, medie e superiori hanno sempre avuto da parte delle famiglie grande apprezzamento per la qualità e serietà del loro insegnamento": "Va detto con chiarezza che queste scuole non ricavano alcun profitto finanziario, ma al contrario debbono essere sostenute oltre che dalle rette delle famiglie e dai sempre più ridotti contributi statali e regionali, anche dalle parrocchie o dagli Istituti religiosi che integrano un deficit che raggiunge cifre di anno in anno più elevate, dati i costi del personale e della gestione". "Come si possa chiedere a dette scuole di svolgere un servizio gratuito pena il pagamento dell’Imu o anche solo un contributo simbolico – si legge nella nota – appare paradossale oltre che ingiusto". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy