LEGALITÀ: LIBERA CASERTA E COMITATO DON DIANA, "ACCENDERE LA FIACCOLA DELLA MEMORIA"

Accendere una "fiaccola della memoria" in onore delle vittime innocenti della camorra è un modo per non dimenticare le tante vite umane recise dalla criminalità organizzata. "Inchiodare la memoria al territorio contro l’avanzare dell’oblio e dell’indifferenza generale è il dovere di istituzioni e società civile": partendo da questa convinzione Libera Caserta e il Comitato Don Peppe Diana, in attesa della Giornata nazionale della memoria e dell’impegno prevista a Milano il prossimo 20 marzo, promuovono nelle scuole, nelle sedi pubbliche, nelle strade, l’accensione di una fiaccola in ricordo di una vittima innocente. "Ogni scuola, Comune, associazione – dicono i promotori dell’iniziativa – potrà ricordare un uomo o una donna caduti sotto i colpi della violenza criminale attraverso un momento pubblico di commemorazione. L’accensione della fiaccola potrà essere l’occasione per ricordare, anche attraverso il coinvolgimento dei familiari, la vita della vittima. Con una ricerca, un filmato, un commento, si potranno illustrare volti e storie dimenticate". "Accendere una fiaccola è un gesto semplice, ma ricco di significato – proseguono gli organizzatori -. Questa piccola iniziativa saprà donare valore aggiunto all’azione della parte sana del territorio contribuendo alla ricerca della memoria come primo passo verso un futuro migliore".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy